Cronaca

Omicidio Etleva Bodi, un’amica in aula: “Non sopportava più la gelosia del marito, ma voleva dargli ancora una chance”

Omicidio Etleva Bodi, un’amica in aula: “Non sopportava più la gelosia del marito, ma voleva dargli ancora una chance”

Tribunale Savona

Savona. “Non sopportava più gelosia del marito, ma voleva dargli ancora una chance“. Lo ha detto in aula un’amica di Etleva Bodi (la moglie del cugino di Selami Bodi) con cui si vedevano abitualmente spesso a casa di lei, ascoltata come testimone nell’ambito del processo che vede imputato con l’accusa di omicidio il marito della donna, di 31 anni, madre di 4 figli, morta nel reparto di rianimazione dell’ospedale San Paolo dopo essere stata strangolata la notte tra il 27 e 28 ottobre nell’appartamento nel quale viveva.

Quando i carabinieri hanno chiesto all’uomo i dettagli dell’accaduto ha confessato di aver strangolato la moglie, dinamica poi confermata dal medico del 118. Selami Bodi aveva aggredito la moglie dopo una discussione e aveva confessato ai carabinieri, intervenuti dopo la chiamata al 112, di aver tentato di strangolare la moglie.

» leggi tutto su www.ivg.it