Politica

Skatepark nell’ex piscina a Savona, interpellanza della minoranza: “Prima demolita e poi lo studio di fattibilità? Tempistiche poco convenzionali”

Skatepark nell’ex piscina a Savona, interpellanza della minoranza: “Prima demolita e poi lo studio di fattibilità? Tempistiche poco convenzionali”

Ex piscina prolungamento via Trento Trieste demolizione

Savona. “Poco convenzionale”. Così la minoranza comunale di Savona descrive la scelta, da parte dell’amministrazione, di demolire l’ex piscina coperta di via Trento e Trieste, al Prolungamento, prima ancora di affidare lo studio di fattibilità sulla realizzazione dello skatepark. E per questa ragione il gruppo Lega ha deciso di presentare una interpellanza, a firma di Maurizio Scaramuzza, per chiedere conto di quella scelta “che potrebbe far emergere significative problematiche su un progetto ben lontano dalla fase esecutiva”.

La piscina era stata chiusa dalla giunta Caprioglio, ricorda l’ex assessore allo Sport, “per evidenti problemi strutturali di inagibilità” e quindi mediante “provvedimento fondamentale per garantire l’incolumità dei cittadini, ma sempre con il chiaro intento di riaprirla una volta reperite le risorse per la sua messa in sicurezza“.

» leggi tutto su www.ivg.it