Zone interdette ai cani a Cairo, OSA: “Sindaco ci ripensi. Aumentare sanzioni e aree dedicate”

Zone interdette ai cani a Cairo, OSA: “Sindaco ci ripensi. Aumentare sanzioni e aree dedicate”

area cani dedicata generica cartello

Cairo Montenotte. Non piace all’Osservatorio Savonese Animalista (OSA) “il proposito del sindaco di Cairo Montenotte di vietare il passaggio di cani e padroni in alcune zone cittadine, come i giardini della Lea, a causa della maleducazione, come giustamente dice, di una minoranza di proprietari”.

“OSA – spiegano dall’Osservatorio -, spera che Lambertini di ripensi e, magari, incrementi la sorveglianza e le sanzioni, aumentando ad esempio le telecamere per individuare e punire chi se lo merita; e chissà, per l’identificazione facciale del conduttore, farsi aiutare dall’Intelligenza Artificiale; un buon segno è tuttavia che non abbia pensato, e si spera che non ci pensi proprio, all’iniziativa proposta da un consigliere comunale savonese dell’opposizione, di raccogliere il DNA di tutti i cani, per poter poi risalire a chi appartengono le deiezioni, che costerebbe mezzo milione di euro solo per essere avviata”.

» leggi tutto su www.ivg.it