Centri raccolta, ecoisole, potenziamento differenziata: risorse per Arcola, Follo, Varese e Vezzano

Centri raccolta, ecoisole, potenziamento differenziata: risorse per Arcola, Follo, Varese e Vezzano

Val di Magra da Vezzano

Il Comitato d’ambito regionale della Liguria nella seduta odierna ha deliberato di portare a chiusura l’istruttoria su una serie di progettazione, concludendo un percorso iniziando con una delibera di giunta regionale del 2022 con cui erano state ripartite e impegnate a favore delle Province liguri e della Città metropolitana di Genova le risorse regionali straordinarie derivanti dalla cosiddetta Ecotassa, disponibili per lo sviluppo della raccolta differenziata dei rifiuti.
“La Provincia della Spezia, al fine di uniformare la rete di raccolta spezzina, sulla base delle specifiche necessità dei territori, e in collaborazione con il gestore – spiega una nota della Provincia -, aveva individuate delle progettualità che rientravano nei criteri e nelle finalità della delibera. Nel corso di questi mesi è stato dato sviluppo all’istruttoria e l’Ato Rifiuti della Provincia ha, quindi, elaborato la definitiva richiesta che, secondo programma, era oggi all’ordine del giorno”.

La nota dell’ente provinciale fa quindi il punto su progetti e risorse: “Ad Arcola, per un progetto di 880 mila euro di investimenti destinati alla realizzazione di un centro di raccolta che sarà realizzato a copertura e coordinamento anche del territorio di Vezzano Ligure, sono stati concessi 325 mila euro; a Varese Ligure, per un programma analogo, a fronte di un progetto di 85 mila euro sono stati concessi 35 mila euro; a Vezzano Ligure, per un programma che prevede il potenziamento tecnico della raccolta della differenziata nei borghi, per un progetto da 160 mila euro ne sono stati concessi 100 mila che serviranno anche per fare informazione e formazione; a Follo sono stati concessi 35 mila euro per un programma da 58 mila euro che prevede, oltre al potenziamento tecnico delle dotazioni per garantire la raccolta differenziata, anche la creazione di tre ecoisole e due mini isole per la raccolta. Ai comuni interessati è richiesto un cofinanziamento per la copertura dei costi previsti”. A termine dell’incontro odierno, presieduto dall’assessore regionale Giacomo Giampedrone, l’erogazione da parte della Regione Liguria, come spiegato lo stesso assessore regionale, degli importi già impegnati alla Provincia della Spezia al fine di consentire l’avvio delle attività.

» leggi tutto su www.cittadellaspezia.com