Politica

Gianello lascia la guida di Stl, il Pd chiede al sindaco di riferire in aula

Gianello lascia la guida di Stl, il Pd chiede al sindaco di riferire in aula

Comune di Lerici

Massimo Gianello, indagato nell’ambito dell’inchiesta che ha al centro l’ex sindaco di Porto Venere Matteo Cozzani, si è dimesso dalla carica di amministratore unico della Sviluppo turistico Lerici, la società interamente partecipata dal Comune lericino che si occupa di mobilità e sosta, di promozione turistica, dei posti barca della catenaria comunale e delle attività legate al castello. Secondo i giudici Gianello, alla guida da Stl da poco più di due anni, avrebbe avuto una “condotta corruttiva” per “ottenere contributi regionali”, sia per gli eventi lericini, sia per il Palio del Golfo (Gianello è anche presidente del Comitato delle borgate) “a fronte di lavori affidati alle imprese della famiglia Cozzani”. Nei giorni scorso il Circolo Pd di Lerici e San Terenzo aveva chiesto le dimissioni di Gianello perché, scrivevano i Dem, “colpito dalla misura cautelare interdittiva del divieto di esercitare professioni, imprese od uffici direttivi delle persone giuridiche che svolgono attività d’impresa, ricoprendo incarichi direttivi all’interno della Stl, è evidentemente impedito a svolgere qualsiasi compito connesso alla sua funzione”. Ritenendo altresì il Pd lericino che “il sindaco debba riferire in Consiglio comunale sui fatti che vedono coinvolta la partecipata del Comune”.

L’articolo Gianello lascia la guida di Stl, il Pd chiede al sindaco di riferire in aula proviene da Città della Spezia.

» leggi tutto su www.cittadellaspezia.com