Cronaca

Corruzione, Spinelli sui portuali: “Se fossero disposti a lavorare a cottimo, Genova farebbe un salto di qualità enorme”

Corruzione, Spinelli sui portuali: “Se fossero disposti a lavorare a cottimo, Genova farebbe un salto di qualità enorme”

spinelli e terminal spinelli

Genova. “Se ci fosse un gruppo di portuali che volesse lavorare a cottimo, il porto di Genova farebbe un salto enorme perché questo monopolio è la rovina del porto di Genova”. Lo dice Aldo Spinelli in un’intercettazione con l’allora presidente dell’authority del porto Paolo Emilio Signorini. Siamo nel gennaio del 2022, poco prima delle elezioni per il rinnovo del console della Compagnia unica.

Spinelli parla con Signorini del lavoro in porto che “… non abbiamo mai lavorato così, c’è pieno…”. L’imprenditore parla delle elezioni auspicando la vittoria di Silvano Ciuffardi, ex vice console della compagnia che aveva presentato una sua lista alternativa a quella del console Antonio Benvenuti. “Io sai cosa prevedo? – dice Spinelli a Signorini – Prevedo che ci sarà… che non sarebbe male… se venisse fuori due compagnie… che si facciano la concorrenza, hai capito? Perché Ciuffardi è più imprenditore, Benvenuti è un politico che ha fatto sempre il sindacalista”.

» leggi tutto su www.genova24.it