“Energia e clima. Accelerare la transizione ecologica e difendere i più deboli”: secondo appuntamento

“Energia e clima. Accelerare la transizione ecologica e difendere i più deboli”: secondo appuntamento

Comune di Lerici

L’Associazione Culturale Mediterraneo, il Circolo Pertini e Legambiente La Spezia hanno organizzato il ciclo di tre momenti pubblici di confronto e discussione dal titolo Per la giustizia sociale e ambientale per focalizzare i principali nodi sociali, culturali, economici e politici che sono stati determinati da un lato dalla crescita esponenziale delle disuguaglianze nelle loro molteplici forme, e dall’altro dalla sempre più preoccupante accelerazione della crisi climatica e ambientale.
Dopo l’incontro sul tema “Costruire lo spazio pubblico” il secondo incontro si terrà venerdì 17 maggio alle ore 16,30 a Lerici – Sala Consiliare, piazza Bacigalupi – sul tema “Energia e clima. Accelerare la transizione ecologica e difendere i più deboli”. Interverrà Vittorio Cogliati Dezza, del Coordinamento del Forum Disuguaglianze e Diversità, che presenterà il libro “Quale Europa” e le proposte del Forum per un’Europa ecologicamente e socialmente giusta. E’ possibile – affermano Nicola Caprioni, Giorgio Pagano e Stefano Sarti a nome delle associazioni promotrici – “uscire dal mondo del fossile e garantire alle persone sicurezza sia sociale che ambientale”. Aggiungono: “oggi ‘stare bene’ ha un nuovo significato, che comprende tutti gli aspetti, dal lavoro al welfare all’ambiente”.
Nel libro “Quale Europa” è scritto: “La crisi climatica è fortemente connessa con tutti gli aspetti della nostra vita: la salute, la sicurezza, l’esplosione delle diseguaglianze, la drammatica e pervasiva diffusione della guerra e della violenza in ogni parte del mondo. La transizione deve essere giusta e veloce. Giusta perché deve passare attraverso la costruzione di una sicurezza sociale, in grado di dare risposte ai bisogni delle persone per ricostruire affiatamento compattezza inclusione solidarietà, garantendo a tutti l’accesso ai diritti. Senza il coinvolgimento e la partecipazione di chi ha paura del cambiamento la partita non si vince. La transizione deve essere anche veloce e l’Europa può giocare un ruolo guida globale se si muoverà con determinazione e coerenza”.
Anche nel secondo incontro alla visione generale si accompagnerà un’attenzione al territorio, in particolare alla costituzione di comunità energetiche.
Il terzo incontro si terrà lunedì 27 maggio alle ore 21 alla Spezia – Circolo Arci Canaletto, via Bosco 2 – quando il libro “Quale Europa” e le proposte del Forum Disuguaglianze e Diversità per disegnare un’Europa di giustizia sociale e ambientale saranno presentati da Fabrizio Barca, co-coordinatore del Forum.

L’articolo “Energia e clima. Accelerare la transizione ecologica e difendere i più deboli”: secondo appuntamento proviene da Città della Spezia.

» leggi tutto su www.cittadellaspezia.com