La luce del Mediterraneo tradotta in Olaismo: il concettuale cubano Diango Hernández al castello di Lerici

La luce del Mediterraneo tradotta in Olaismo: il concettuale cubano Diango Hernández al castello di Lerici

Diango Hernández

Il Comune di Lerici presenta “Galleggia: Diango Hernández nuovi dipinti e disegni. Olaismo”, personale dell’artista cubano, uno degli artisti concettuali più affermati della sua generazione. La mostra si terrà al castello di Lerici dal prossimo 5 luglio al 25 agosto ed è organizzata dal Comune in collaborazione con Sanlorenzo Yachts e Wizard Gallery.
Le opere in esposizione sono una traduzione in “Olaismo” – linguaggio inventato da Hernández – della luce del Mediterraneo, dove le figure umane galleggiano in una sorta di spazio astratto dai toni blu intensi. La serie è costituita da dipinti caratterizzati dalla presenza di un elemento semitrasparente che si interpone tra l’artista e la realtà che osserva, dando luce ad un’immagine sfocata e irregolare, ma straordinariamente ricca nella sua consistenza visiva. A completare la mostra, una serie di sculture realizzate in anni precedenti.
“In più di un’occasione ho pensato che il mare dell’Avana e i suoi schizzi in inverno fossero come vetro ondulato; un oggetto semitrasparente e opaco, attraverso il quale posso vedere quasi tutto: la città, la sua gente e persino l’orizzonte del mare, che non è altro che un portale verso un altro mondo, un mondo così ambito da molti cubani”, spiega Diango Hernández, che ha visto il suo lavoro protagonista di molte mostre personali nel mondo oltre che di esposizioni e collezioni private. “Siamo orgogliosi di ospitare un artista internazionale sul nostro territorio che da sempre ha una visione multiculturale ed aperta ad orizzonti che vanno oltre i confini del nostro piccolo comune – le parole del sindaco di Lerici, Leonardo Paoletti -. Ringrazio Sanlorenzo, nella persona di Sergio Buttiglieri, suo Style Director che, in accordo con il Cavaliere del Lavoro Massimo Perotti, CEO di Sanlorenzo, ha reso possibile questa mostra che rende lustro al territorio e visibilità ad un artista di oltreoceano che condivide con noi il legame con il mare, il paesaggio costiero e la libertà che questi evocano”.
Il castello, nei suoi orari estivi, sarà aperto dal lunedì al venerdì dalle 10.00 alle 12.30 e dalle 17.00 alle 20.30. Sabato, domenica e festivi, dalle 10.00 alle 12.30 e dalle 17.00 fino alle 22.00. “Il nuovo orario estivo, studiato con Stl, che gestisce il castello, consente agli ospiti di godere dei panorami dal maniero fino a sera – sottolinea il sindaco -. Per la prima volta abbiamo pensato di approfittare anche delle suggestioni serali e lasciare che cittadini e turisti possano godere di un’altra prospettiva”.

Nota sull’artista

» leggi tutto su www.cittadellaspezia.com