Politica

Frana Calice, Ugolini: “Fine lavori prima di ottobre ’25? E’ un incubo. Si prevedano ristori”

“Oggi, abbiamo portato in Consiglio regionale la nostra interrogazione per conoscere la tempistica per la riapertura del traffico sulla SP8 per Calice Alto e per conoscere quali risorse la Regione avrebbe o non avrebbe destinato al finanziamento degli interventi di ripristino e messa in sicurezza della strada di Calice al Cornoviglio. Già nei giorni scorsi avevamo sollevato la questione, facendoci portavoce del malessere dei cittadini isolati dallo scorso 2 maggio, che fin dalle prime battute hanno denunciato gravi ripercussioni sulla qualità della vita e sul lavoro. In particolare, chi ha attività turistico-ricettive è stato raggiunto, dopo la frana sulla SP8, da cancellazioni a stagione avviata. L’assessore competente oggi ha detto che i fondi sono stati assegnati e impegnati lo scorso 6 giugno. Bene, ma il cronoprogramma dei lavori è letteralmente da incubo e getta i cittadini nello sconforto”. Così, il consigliere regionale del M5S Paolo Ugolini commentando la risposta ricevuta oggi in aula. “Fine progettazione? 30 settembre 2024. Fine gara di appalto? 30 gennaio 2025. Aggiudicazione? 28 febbraio 2025. Inizio lavori? 1° marzo 2025. Fine lavori? Tenetevi: ottobre 2025! Irricevibile. A questo punto, le opzioni sono due: o la Regione trova una soluzione per limitare fortemente il disagio permettendo magari una circolazione a senso alternato e in sicurezza; o si attivi al più presto per ristorare chi, causa isolamento, non potrà lavorare e dovrà chiudere la propria attività”, conclude il pentastellato.

L’articolo Frana Calice, Ugolini: “Fine lavori prima di ottobre ’25? E’ un incubo. Si prevedano ristori” proviene da Città della Spezia.

» leggi tutto su www.cittadellaspezia.com