Cronaca

Corruzione, la gip: “Toti può ancora inquinare le prove”. L’intercettazione per eludere le indagini: “Vediamoci lì che c’è il rumore di fondo delle auto”

Corruzione, la gip: “Toti può ancora inquinare le prove”. L’intercettazione per eludere le indagini: “Vediamoci lì che c’è il rumore di fondo delle auto”

toti cena villa zerbino

Genova. Giovanni Toti resta ai domiciliari perché “non sono emersi elementi sopravvenuti idonei a modificare – anche all’esito dell’interrogatorio reso dall’indagato davanti al pm – il grave quadro indiziario” e permangono le esigenze cautelari già sottolineate nell’ordinanza, vale a dire il rischio di inquinamento probatorio e quello di reiterazione del reato. 

C’è il rischio “concreto e attuale” che il presidente della Regione – scrive la gip Paola Faggioni nelle quattro pagine con cui respinge l’istanza della difesa che chiedeva la revoca o l’attenuazione della misura –  reiteri “analoghe condotte criminose”. La gip ricorda le accuse e quindi i finanziamenti ottenuti da Aldo Spinelli in concomitanza con le 4 competizioni elettorali prese in esame dalle indagini e sottolinea come “gli stessi imprenditori Aldo e Roberto Spinelli, nel corso degli interrogatori di garanzia, hanno confermato le promesse, da parte del Governatore, di risoluzione di pratiche amministrative del gruppo Spinelli, grazie all’esercizio della propria funzione o comunque del proprio intervento in ragione del ruolo e carica rivestita, al fine di ottenere finanziamenti”.

» leggi tutto su www.genova24.it