Rapallo: quel pasticciaccio brutto dei supposti aumenti Tari

Rapallo: quel pasticciaccio brutto dei supposti aumenti Tari

Generico luglio 2024

Dopo il primo Consiglio comunale, acque increspate a Rapallo, sia in maggioranza che in opposizione. Partiamo dai banchi della minoranza. Chi ha votato a favore di Mentore Campodonico presidente del Consiglio comunale per la terza volta? Qualcuno ha pensato a Pier Giorgio Brigati in nome della collaborazione tra i due nei dieci anni precedenti. Ma non sarebbe così – assicura Radio-Urne citando alcuni dati – e Armando Ezio Capurro sarebbe furente per queste licenze; se il buon giorno si vede dal mattino…

Per quanto riguarda la maggioranza, fa discutere l’appalto sui rifiuti voluto dalla Città metropolitana: si sapeva che fosse lacunoso e – secondo molti – certamente riduttivo e peggiore di quello precedentemente in atto a Rapallo. Niente lavaggio di strade e marciapiedi; no alla pulizia delle spiagge; nessuno sfalcio ai bordi delle strade. Alla giunta Ricci si chiede di supplire a queste carenze trovando risorse, ma senza aumentare le tasse. La capogruppo di Forza Italia Antonella Aonzo (il dono della chiarezza e della sintesi) ha detto che il suo gruppo (tre consiglieri) non vuole aumenti di imposte e che il loro voto sarà secondo coscienza. Elisabetta Ricci potrà contare sulla guida (anche materiale non avendo la patente) del capo di gabinetto Umberto Amoretti.

» leggi tutto su www.levantenews.it