Economia

Spezia e Porto Venere, arrivi e presenze in crescita. Cinque Terre “meno” sotto pressione, ma di pochissimo

Spezia e Porto Venere, arrivi e presenze in crescita. Cinque Terre “meno” sotto pressione, ma di pochissimo

Corniglia, turisti, cinque terre

Tra arrivi e presenze, in provincia della Spezia, se si parla di turismo c’è chi sale e chi scende da un anno all’altro. E i due comuni, tra quelli pres in esame dall’Osservatorio regionale del turismo, che nelle statistiche incassano il segno “più” sia negli arrivi che nelle presenze, nel quadrimestre gennaio-aprile 2024 messo a confronto con lo stesso periodo del 2023: sono La Spezia e Porto Venere. I dati emergono dal rapporto dell’Osservatorio pubblicato le scorse settimane. Da tenere in conto anche la profonda differenza climatica da un anno all’altro.
Gli arrivi nel territorio comunale della Spezia nel 2023 sono stati 70.260, quest’anno 73.476 (la crescita è stata del 4.58 per cento). Crescono anche le presenze, nel periodo di riferimento nel 2023 sono state 149.568 e 157.923 nel 2024 (+5.59 per cento).
A Porto Venere tra la coda dell’inverno e lo scoppio della primavera nel 2023 gli arrivi furono 8.278, quest’anno sono state 9.104 (+9.98 per cento). Cresciute del 12.66 per cento le presenze: nel 2023 sono state 16.013, nel 2024 18.040.

Nella rilevazione sono presenti anche Ameglia, Sarzana, Lerici, Riomaggiore, Vernazza, Monterosso e Levanto. Come detto il periodo di riferimento è il trimestre da gennaio ad aprile. Nel caso di Ameglia nel 2023 gli arrivi erano stati 6.984, quest’anno 6.847: una minima differenza percentuale, del -1.97 per cento. Di fatto identiche le presenze: 19.309 nel 2023, 19.310 quest’anno.
Calo in doppia cifra a Sarzana: -22.65 per cento negli arrivi (10.291 nel 2023, 7.960 nel 2024) e -14.78 per cento nelle presenze (27.456 nel 2023, 23.397 nel 2024). A Lerici 44.900 presenze nel trimestre 2023, mentre nel 2024 sono state 39.186 (-12.73 per cento). Per quanto riguarda gli arrivi, 19.841 l’anno scorso, 17.338 quest’anno (-12.62 per cento).

» leggi tutto su www.cittadellaspezia.com