Torna il derby con la Carrarese, il presidente Gemignani: “Anche gli spezzini sono contenti”

Torna il derby con la Carrarese, il presidente Gemignani: “Anche gli spezzini sono contenti”

Manrico Gemignani

Sarà la Serie B dei derby quella che attende lo Spezia di Luca D’Angelo al varco. Lo scontro ligure con la Sampdoria, quello in Emilia-Romagna contro la Reggiana, e gli incroci con la Toscana, con il Pisa alla prima giornata e poi con la Carrarese. Proprio gli apuani, l’ultima squadra a qualificarsi per la prossima Serie B, saranno protagonisti al Picco alla sesta giornata, una data storica per un derby che si preannuncia scoppiettante. “Lo aspettavamo da tanto”, spiega il patron della Carrarese Manrico Gemignani a Città della Spezia. “Figurarsi poi in Serie B, dopo che l’abbiamo vissuta in Serie C per tanti anni. Penso siano contenti anche gli spezzini, alla fine il derby è il derby”, prosegue il presidente, che parla poi dello stadio che ospiterà le gare casalinghe della Carrarese: “All’inizio non giocheremo al Dei Marmi, ma dal 30 settembre dovremmo tornare a casa. Il derby di ritorno si giocherà a Carrara, ed è bello così”.

Una promozione che porta la Carrarese a vivere il palcoscenico della B dopo quasi un secolo, già di per sé una notizia straordinaria per i suoi tifosi. “È una cosa bella, è una nuova scoperta per noi”, prosegue Gemignani. “Il giorno della vittoria del campionato è stato tanta roba. Non partivamo con il favore dei pronostici, ma noi ci credevamo sin dall’inizio. Volevamo tornare in Serie B, ci credevamo e ai playoff ci siamo detti che potevamo giocarcela con tutti. Per la qualità e per la compattezza della squadra potevamo farlo, poi il grande entusiasmo ci ha dato quella spinta in più, forse perché in B non ci tornavamo da 76 anni”, conclude.

» leggi tutto su www.cittadellaspezia.com